Cerca nel sito

Cerca con Google

Loading
Associazione

Una  nuova  associazione  per  lo  studio  della  Storia  della  Medicina  in  Sardegna

Associazione Clemente Susini

 

Durante il  XL Congresso della Società Italiana di Storia della Medicina, svoltosi a Rimini nell’ottobre 1999, è stato posto l’accento sul rapporto tra la storia della medicina e la cultura del medico contemporaneo.

I progressi scientifici degli ultimi duecento anni, in particolare quelli degli ultimi cinquant’anni, hanno consentito il raggiungimento di nuovi traguardi della Medicina come la sconfitta delle malattie infettive, l’introduzione di concetti di igiene e mezzi di prevenzione e profilassi, l’organizzazione di una politica sanitaria, la conquista di nuovi mezzi terapeutici medico-chirurgici, che hanno portato la vita a livelli qualitativi quasi insperati, evidenziati dall’innalza-mento dell’età media della popolazione.

Un mondo in continua evoluzione rende necessario un continuo aggiornamento scientifico. Questo fatto ha oscurato l’importanza degli studi medici antichi, delle teorie ippocratiche e galeniche, arabe e salernitane, e sbiadito la conoscenza del cammino della scienza nei secoli, fino a culminare con l’oblio della storia della medicina nella formazione dello studente e del giovane medico. Le cose fortunatamente stanno cambiando: numerosi atenei stanno ripristinando l’insegnamento della materia, l’unica – come ha detto Armocida, presidente della Società Italiana di Storia della Medicina -  che opera “un collegamento fruttuoso e continuo con la medicina militante, le sue soddisfazioni e le sue angustie, i suoi crescenti successi, ma anche le sue perdute delusioni”.

In tutte le regioni italiane vengono svolte ricerche su aspetti della vita sanitaria locale, dall’organizzazione sanitaria al corso degli studi accademici, dalle frequenti epidemie ai grandi personaggi della medicina dei secoli scorsi. Lo sguardo é volto anche all’impatto della vita e opere di singoli medici sulle realtà mediche della loro epoca, al miglioramento delle conoscenze, alla nascita di nuove scuole di pensiero e di prassi medica.

In Sardegna, una terra a torto considerata sempre ai margini della cultura, medica e non, perché separata dal mare dalla terraferma, non solo si è sviluppato un discorso medico scientifico adeguato, ma per il concorso di fattori, quali il commercio dei libri, gli scambi commerciali attivissimi con tutto il bacino del Mediterraneo, essa è stata spesso al centro, come meta o tappa, e non ai margini dei flussi economico-finanziari, culturali e artistici.

Studi intrapresi da valenti studiosi e ricercatori stanno facendo emergere realtà sconosciute che donano una più giusta dimensione anche alla nostra isola. In quest’ottica alcuni cultori della Storia della Medicina si sono riuniti nel luglio 2000 nell’Associazione denominata Clemente Susini ed hanno dato vita ad una sorta di cenacolo, che ha per scopo la promozione, diffusione e conoscenza, mediante proprie pubblicazioni e convegni, della Storia della Medicina in Sardegna; l’organizzazione e costituzione di gruppi di studio e di ricerca; la sensibilizzazione delle istituzioni alle problematiche della Storia della Medicina e la collaborazione con gli stessi enti istituzionali ed altri enti ed associazioni, italiane o straniere, aventi analoghe affinità.

La scelta del nome del celebre ceroplasta non è casuale: nel ricordo di un periodo intenso della Storia della Medicina Sarda, l’associazione persegue anche la valorizzazione delle cere anatomiche del Susini, ora custodite degnamente in un apposito Museo.

Coordinati dal presidente, il professor Alessandro Riva, professore emerito e docente di Anatomia Umana Normale e di Storia della Medicina nel nostro Ateneo, e dal vicepresidente, il dottor Raimondo Ibba, nostro presidente dell’Ordine provinciale, hanno fondato l’Associazione il dottor Giuseppe Dodero,  autore tra l’altro di una Storia della Medicina e della Sanità Pubblica in Sardegna e di un volume sui Lazzaretti, il dottor Salvatore Erbì, il dottor Enrico Fanni, storico segretario, il pedagogista dottor Ignazio Lai e l’ostetrica Rita Roascio, i quali da anni, in associazione o singolarmente, si sono occupati di valorizzare aspetti della Storia della Medicina in Sardegna. Ad essi si sono aggiunti altri cultori della materia, come il prof. Ugo Carcassi, prof. emerito di Clinica Medica, l’igienista dottor Nuccio Guaita, i radiologi Angelo Deplano e Giovanni Casciu, i pediatri M.Giuseppina Gregorio, M.Francesca Vardeu, Salvatore Murgia, Gian Piero Piras, gli urologi Vincenzo Falqui e Mohammed Ayyoub, esperto di tematiche mediche arabe, la microbiologa e paleografa Luciana Carreras, lo psichiatra Gavino Maieli, il patologo Luigi Pascalis, l’oncologo Alberto Desogus, l'igienista Bernadette Puddu, il medico legale Maria Nemesi Ferrari, i dermatologi Giuseppe Fumo e Matteo Carcassi, il dottor Benito Milia. L’Associazione che è aperta anche ai non medici che si dedichino agli studi storico medici annovera anche il sig. Antonio Serra e la dott.ssa in filosofia Marta Spiga, gli umanisti Ornella Becheroni e Luca Porru, l'ing. Carmen Muntoni. Alcuni di questi sono anche soci della Società Italiana di Storia della Medicina e molti fanno parte del gruppo di studio di Storia della Pediatria della Società Italiana di Pediatria, quest’anno coordinato in campo nazionale dalla citata dott.ssa Gregorio.

L’associazione, aperta a tutti coloro che intendono perseguire tali finalità, ha organizzato con cadenza biennale importanti e fortunati Congressi di Storia della Medicina in Sardegna, svoltisi nel 2002-2004-2006-2008-2010. L’ultimo convegno risale a pochi giorni orsono, quando, sempre sotto l’egida e con la partecipazione dell’Ordine dei Medici ed Odontoiatri di Cagliari e della Società Italiana di Storia della Medicina, è stato organizzato un convegno per celebrare dal punto di vista storicomedico i 150 anni dell’unità d’Italia.

I colleghi interessati ad aderire e partecipare sono invitati a mettersi in contatto col segretario Enrico Fanni (  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )



Visualizza tutte le notizie archiviate